Puoi detergere il naso e ripristinare la sua funzione di filtro grazie a un lavaggio con soluzione salina.

Quali sono i benefici dei lavaggi con soluzione salina?

L’irrigazione nasale (nota anche come doccia nasale o lavaggio nasale) è una procedura di detersione delle cavità nasali mediante soluzioni saline (acqua salata). Sono in grado di idratare la mucosa nasale, di fluidificare il muco agevolandone l’eliminazione e di rimuovere alcuni degli allergeni e impurità intrappolati nel naso che provocano irritazione.

I lavaggi nasali con soluzione salina possono essere eseguiti con spray, erogatori o flaconi morbidi con beccuccio. Esistono due tipi di soluzioni saline: isotoniche o ipertoniche.

  • isotonico significa che la concentrazione di sale è
    fisiologica, ossia NaCl allo 0,9%;
  • ipertonico significa che la concentrazione di sale è
    superiore a quella fisiologica, ossia NaCl superiore
    allo 0,9%.

I prodotti per il lavaggio nasale a base di soluzione salina sono acquistabili senza ricetta medica e possono essere utilizzati da soli o in aggiunta a terapie farmacologiche per la rinite allergica, quali steroidi per via intranasale e antistaminici.

Quali tipi di soluzioni saline si possono usare?

L’acqua salata è economicae facilmente reperibile. Come si fa, però, a introdurla nel naso (e a farla uscire)? Esistono diversi metodi. Quello “facile ed economico” consiste nel preparare la propria soluzione salina. Servono solo dell’acqua, fatta bollire e poi lasciata raffreddare a temperatura ambiente, e del sale da cucina: i costi sono praticamente nulli. Travasare la soluzione salina fatta in casa in un flacone di plastica con beccuccio: potrai facilmente spruzzare il liquido nella narice. A questo punto, se inclini la testa di lato, l’acqua fuoriuscirà dalla narice opposta, oppure scenderà nella bocca per poi essere sputata;

Altre opzioni pratiche sono:

  • acquistare bombolette spray di soluzione salina che producono una nebulizzazione sottile da usare per detergere il naso secondo necessità;
  • esiste un dispositivo chiamato “lota neti”, dall’aspetto simile a quello di una piccola teiera. Per usarlo bisogna riempirlo di acqua, aggiungere il sale, inclinare la testa di lato e inserire il beccuccio in una narice. Versandola, l’acqua salata entrerà in una narice e scorrerà fino a fuoriuscire dall’altra.

Quando ricorrere ai lavaggi con soluzione salina?

I lavaggi con soluzione salina possono essere consigliati in diverse situazioni:

  • Dopo un intervento chirurgico nasale: alcuni interventi intranasali possono provocare un’irritazione delle pareti interne del naso; a volte, il muco che di norma ne garantisce l’idratazione, si secca formando delle croste. Il medico potrebbe raccomandare lavaggi con soluzione salina per aiutare a prevenire la formazione di croste e limitare la necessità di soffiare e grattarsi il naso, azioni che potrebbero peggiorare la situazione.
  • Dopo sanguinamento nasale: dopo sanguinamento nasale è possibile che nelle cavità si creino fastidiose incrostazioni. I lavaggi con soluzione salina permettono di ammorbidire le croste impedendo un nuovo sanguinamento.
  • Rinite allergica: i lavaggi con soluzione salina alleviano i sintomi in diversi modi; ad esempio, detergono le narici, lavando via gli allergeni e le impurità intrappolati nelle cavità nasali e aiutano a prevenire le infezioni del naso.

Come preparare una soluzione salina.

Ecco come preparare una soluzione salina in casa:

  1. In una bacinella pulita, mettere un cucchiaino raso di sale e uno di bicarbonato di sodio.
  2. Aggiungere circa mezzo litro di acqua precedentemente bollita e lasciata raffreddare.
  3. Mescolare fino a quando tutto il sale e il bicarbonato non si saranno completamente disciolti.

Non dimenticare di bollire l’acqua e lasciarla raffreddare per accertarti che sia pulita!

Come effettuare un lavaggio nasale.

Chi opta per un lavaggio con soluzione salina fatta in casa potrebbe avere qualche difficoltà ai primi tentavi, specialmente se cerca di farla entrare nel naso aiutandosi con una mano a coppa o un piattino.

Il trucco è raccogliere un po’ di soluzione nella mano a coppa e inalarla o tirarla su con il naso (da una o entrambe le narici) per poi sputarla dalla bocca.

I prodotti acquistabili sono invece sempre dotati di istruzioni esplicative e hanno un design studiato per rendere l’operazione il più semplice possibile.

Indipendentemente dall’opzione che preferisci, se hai dubbi sulla tua tecnica di utilizzo rivolgiti al farmacista.

Quali vantaggi offrono i lavaggi con soluzione salina.

I lavaggi nasali con soluzioni saline isotonicche sono consigliati per:

  • detergere delicatamente le cavità nasali quando il naso è chiuso, fluidificando e sciogliendo le secrezioni nasali e favorendone la rimozione
  • idratare la mucosa nasale se secca o irritata a causa di irritazioni nasali minori o di scarsa umidità (per es. in ambienti condizionati, ad alta quota, in aereo);

Rinazina Aquamarina Isotonica.

Spray nasale isotonico con acqua di mare per detergere e idratare la mucosa nasale. Una o due nebulizzazioni al giorno per lavare via le impurità (polvere e allergeni) favorendo la funzione di filtro del naso, senza medicinali.

Per saperne di più

Rinazina Aquamarina è un dispositivo medico CE. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l'uso. Autorizzazione del 10/08/2020 PM-IT-RIN-20-00029.