Qual è la correlazione tra allergie alimentari e rinite allergica?

La rinite allergica si verifica quando il sistema immunitario reagisce con una risposta eccessiva a un allergene. Gli allergeni possono entrare nell’organismo tramite inalazione, ingestione (mangiandoli) oppure attraverso il contatto con la pelle. Le comuni reazioni allergiche, come la rinite allergica, sono correlate agli anticorpi IgE (immunoglobuline E) prodotti dall’organismo.

Quando un soggetto sensibile viene esposto a un allergene, il suo corpo inizia a produrre anticorpi IgE in grandi quantità. L’esposizione successiva allo stesso allergene potrebbe scatenare una reazione allergica. Il soggetto diventerà quindi “sensibile” a questo allergene sviluppando un’allergia (per esempio, allergie alimentari o rinite allergica).

Qual è la definizione di allergia?

Definizione di allergia: quando un soggetto viene a contatto con una sostanza innocua a cui è allergico, il suo sistema immunitario reagisce come se si trattasse di una sostanza nociva, producendo anticorpi che “attaccano” questo allergene.

Tra i tipi di malattie allergiche troviamo, per esempio, rinite allergica, eczema, orticaria, asma e allergie alimentari. I sintomi dell’allergia possono essere da lievi a gravi, fino a culminare in reazioni allergiche potenzialmente letali (anafilassi).

Quali sono i tipi di allergie?

Esistono diversi tipi di allergie alimentari, tra cui:

  • allergia alle arachidi o ad altri tipi di frutta secca;
  • allergia alle proteine del latte – riguarda il latte e i suoi derivati;
  • allergia al grano – può riferirsi al grano integrale o ai suoi derivati;
  • sindrome orale allergica (SOA) – tipo di allergia alimentare, indica un insieme di reazioni allergiche che interessano bocca e gola a seguito dell’ingestione di determinati tipi di frutta, verdura e frutta secca.
  • allergia alle uova – le uova sono tra gli alimenti che più comunemente provocano reazioni allergiche nei bambini;
  • allergia alle carni rosse;
  • allergia all’alcol.

Altri tipi di allergie comprendono:

  • sindrome di Skeeter – importante reazione allergica alle punture di zanzara;
  • rinite allergica – allergia ai pollini;
  • allergia ai gatti – allergia al pelo o alla forfora dei gatti.

Trattamento delle reazioni allergiche.

Le reazioni allergiche possono provocare sintomi relativamente lievi, come l’eruzione cutanea, oppure sintomi gravi e improvvisi, come l’anafilassi.

L’anafilassi è un sintomo molto grave che richiede un intervento medico immediato.

Se soffri di allergia nasale, puoi attenuare i sintomi con decongestionanti o antistaminici. Sono i trattamenti più comuni e attenuano la sensazione di naso chiuso o che cola, gli starnuti e il prurito. Il medico potrebbe consigliarti anche dei farmaci corticosteroidi, in grado di ridurre l’infiammazione.

Se le allergie di cui soffri sono stagionali o durano tutto l’anno, potresti avere bisogno di una soluzione a lungo termine. Il medico potrebbe suggerirti di iniziare a utilizzare i farmaci per l’allergia prima dell’inizio della stagione. Un’altra possibilità è l’immunoterapia specifica, una terapia desensibilizzante che rende il sistema immunitario meno sensibile a specifici allergeni.

Certi alimenti sono da evitare?

Sono ormai sempre più evidenti i benefici sulla salute derivanti da un minore consumo di carni e grassi, non solo per chi soffre di allergie.

Puoi parlarne con il tuo medico e valutare con lui se consultare un allergologo, il quale sarà in grado di valutare specificamente le tue allergie e di darti suggerimenti più mirati su dieta e allergie, tra cui anche le allergie alimentari.

Rinazina Antiallergica.

Azione diretta e rapida contro i sintomi della rinite allergica.

Per saperne di più

Rinazina Antiallergica è un medicinale a base di Azelastina. Leggere attentamente il Foglio Illustrativo. Autorizzazione del 29/07/2020 PM-IT-RIN-20-00029.